Telefono / Fax: +39 0174 92418

Ex dipendente Acna ora produce formaggi

La stampa«Ho voluto creare un’ attività legata al territorio, come alternativa ad un lavoro incerto». Così Gianni Cora di Monesiglio, ex dipendente dell’Acna di Cengio, sintetizza le motivazioni della nascita della piccola azienda artigianale che porta il suo nome. Nel ‘98, insieme con la moglie Paola, ha fondato la «Cora formaggi» specializzata in produzione, vendita e stagionatura di formaggi tipici.

Attualmente ci lavorano in tutto dodici persone, ma lo scopo dell’attività è anche culturale e sociale, in quanto si acquista il latte solo da piccoli produttori e si tende al recupero di metodi tradizionali per la produzione e la stagionatura.

Le robiole di Cora, ad esempio, sono avvolte in foglie di piante (castagno, fico, noce, ciliegio, cavolo), un sistema usato nelle Langhe da secoli e riproposto con grande impegno e soddisfazione.

La conferma dallo stesso produttore, che spiega: «E’ molto stimolante ricercare questi sistemi di stagionatura. Recentemente, negli Stati Uniti, hanno suscitato grande interesse, tanto da giustificarne la pubblicazione su un celebre libro di formaggi».

Gli Stati Uniti, insieme con il Giappone e molti Paesi europei, sono il mercato complementare a quello nazionale per i prodotti di Cora, che per forza di cose hanno una produzione limitata e «di nicchia». Il 30 per cento della produzione infatti, prende ormai la via dall’estero. Gli ordini sono fatti settimanalmente via telefono da negozi specializzati e ristoranti.

Il successo crescente dell’azienda è dimostrato dal titolo di «migliore affinatore» assegnato a Gianni Cora da parte del «Club Papillon» di Paolo Massobrio.

La premiazione si è svolta di recente a Milano.

 La Stampa – Cuneo  07/02/2007

Scrivi un commento

Seguici su Facebook

Scrivici

Scarica Catalogo in PDF

Scarica Catalogo in PDF

Email *